<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=524883261409052&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Relatech: il Ministero dello Sviluppo Economico approva il progetto "Validated question  answering"

Condividilo su:

METODOLOGIE, ALGORITMI E APPROCCI IN GRADO DI SVOLGERE UN RUOLO ABILITANTE PER TECNOLOGIE DI QUESTION ANSWERING CAPACI DI CONVOGLIARE ALL’UTENTE DATI E INFORMAZIONI CERTIFICATI MEDIANTE MECCANISMI TIPICI DELLA BLOCKCHAIN E CHE CONSENTONO LA REALIZZAZIONE DI SOLUZIONI SOFTWARE IN DIVERSI
CONTESTI APPLICATIVI

OBIETTIVO: L’AUTOMAZIONE DI PROCESSO NEI SETTORI CLINICO/SANITARIO E FINANZIARIO

Relatech S.p.A., Digital Enabler Solution Company e PMI innovativa quotata sul mercato AIM Italia (Ticker: RLT), comunica l’approvazione con Decreto di Concessione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico per il progetto Validated Question Answering proposto nell’ambito del bando “Sportello Fabbrica Intelligente - PON I&C” 2014 - 2020 di cui al D.M. 5 marzo 2018 Capo III.
OKT s.r.l., l’Azienda nata come spinf-off dell’Università della Calabria ed oggi parte del Gruppo Relatech, focalizzata su R&D nel campo delle tecnologie ICT più avanzate ed innovative, in data 22 luglio, ha ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) il Decreto di Concessione per l’avvio del progetto di Ricerca Industriale denominato “Validated Question Answering” in acronimo VQA.
Il progetto presentato da Relatech S.p.A. per il tramite della controllata OKT è stato proposto in collaborazione con l’ Università Magna Graecia di Catanzaro e l’azienda Altilia s.r.l., nell’ambito del Bando “FCS-Fabbrica Intelligente - Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC)”.
Il progetto intende studiare nuove metodologie, algoritmi e approcci in grado di svolgere un ruolo abilitante per tecnologie di question answering capaci di convogliare all’utente dati e informazioni certificate mediante i meccanismi tipici della blockchain e che consentono la realizzazione di soluzioni software in diversi contesti applicativi con particolare riferimento all’automazione di processo nei settori finanziario e clinico/sanitario.
Una innovativa forma di “intelligence interaction tra uomo e macchina” attraverso un procedimento automatizzato e semplificato, consentirà l'estrazione e l'interrogazione di dati eterogenei con info, impiegando tecniche avanzate di QuestionAnswering/Reading-Comprehension e sistemi di Augmented Intelligence/Cognitive Automation per arrivare a “forme attive ed automatiche di analisi dati” oggi svolte solo grazie all’intervento umano.

Leggi il comunicato stampa